12 CONSIGLI PRATICI DA CHI CI VIVE: Michele skipper di Gulliver

1. Arrivati a Tahiti prendete subito un volo in corrispondenza per le isole

Il circuito ideale è, dopo essere atterrati a Faa’a (l’aeroporto Internazionale di Tahiti), di decollare subito in corrispondenza per le isole Sottovento o per le Tuamotu. Eviterete così di perdere un giorno o due a Tahiti (che in ogni caso visiterete al ritorno) e potrete così riposarvi direttamente in una piccola isola idilliaca: disorientamento garantito.
Gli aerei di provenienza internazionale atterrano in effetti molto presto a Tahiti (tra le 4 e le 7 di mattina). Gli orari di Air Tahiti sono studiati per prendere questi passeggeri e portarli nelle isole la stessa mattina. Spesso aspettano l’arrivo di un aereo internazionale in caso di ritardo di quest’ultimo. Attenzione: Questi voli del mattino verso le isole sono spesso pieni e dovrete prenotarli in anticipo! Non dimenticate di approfittare del vostro passaggio rapido all’aeroporto di Faa’a per cambiare la valuta o per ritirare dei contanti al distributore automatico (carta di credito VISA consigliata): il distributore è a sinistra della boutique Air Tahiti. Potrete visitare e dormire a Tahiti gli ultimi giorni prima di ritornare nel vostro paese. Beninteso potrete decidere di evitare Tahiti al ritorno (se il vostro volo internazionale parte a mezzogiorno o la sera), ma sarebbe un peccato e sappiate che correte il rischio di perdere il vostro volo internazionale in caso che il volo di Air Tahiti sia in ritardo o annullato… Certo vi darebbe una scusa per allungare il vostro soggiorno in paradiso, ma vi causerebbe anche dei problemi con la compagnia aerea internazionale… Conclusione, fidatevi della nostra esperienza: passate almeno l’ultima notte a Tahiti !!!

2. Fuso Orario
Dopo un lungo viaggio in aereo sarete probabilmente un po’ stanchi per i primi due giorni e avrete voglia di dormire verso le cinque del pomeriggio, scegliete piuttosto di cominciare da un’isola a ” budget medio ” piuttosto che un’isola ” grande budget “. In pratica: prenotate Bora Bora e se possibile una sistemazione idilliaca per la metà o la fine del viaggio. Approfittate del fuso orario per adattarvi immediatamente al ritmo locale che è piuttosto mattiniero: alzarsi presto (verso le 6.00 o le 7.00), mattinata attiva prima del caldo (fino alle 11.00), pranzo e ozio durante la calura (dalle 11.00 alle 15.00), ultima uscita poi cocktail al tramonto (verso le 18.00), cena e a letto verso le 21.00.

3. Ogni settimana = due isole al massimo
Anche se i voli tra le isole durano mediamente solo un’ora, è sempre relativamente stancante spostarsi da un albergo alla’altro (soprattutto se fa caldo), di essere puntuali per l’aereo o il traghetto, di prendere l’autobus o il taxi, di fare e disfare le valige, di installarsi e trovare i propri punti di riferimento nel nuovo alloggio, ecc. In breve, ogni cambiamento di isola nello stesso arcipelago vi prenderà minimo 3 ore. Il nostro consiglio è di restare minimo 3 o 4 giorni in ogni isola (salvo Tetiaroa dove 2 giorni sono sufficienti e Tahiti che potete visitare in 2 o 3 giorni alla fine) e di limitare i vostri spostamenti a 2 alla settimana. E se pensate di non aver visitato abbastanza isole, sarà la buona occasione di ritornare in un secondo viaggio… pare che sia meglio non scoprire tutto la prima volta ! ! !

4. Per passare dalle isole Sottovento alle Tuamotu
Esistono oggi diversi voli alla settimana di Air Tahiti che vanno direttamente da Bora Bora a Rangiroa (Tuamotu) evitando di passare dall’aeroporto di Tahiti. Ma attenzione, questi voli sono a volte annullati e tra l’altro non vi faranno risparmiare un cambio di volo se volete andare in una delle isole delle Tuamotu meno turistica di Rangiroa, come Manihi, Tikehau, Fakarava. Il nostro consiglio: fate piuttosto un cambio a Tahiti che costituisce la base dei voli della compagnia Air Tahiti.

5. Prendete la vita… con comodo
A Tahiti e soprattutto nelle isole, il tempo sembra spesso essere sospeso… senza dubbio grazie ai paesaggi da sospendere il fiato. Non bisogna stupirsi se anche gli abitanti del luogo passano del tempo ad ammirarli come si deve. Non abbiate fretta, lasciate lo stress a casa e prendete il ritmo della cultura locale e dei tahitiani che sono a volte un po` fiu (stufi)… ma sempre molto accoglienti e gentili. Coloro che lavorano nel settore delle attività turistiche sono in generale molto puntuali e ben organizzati. Tuttavia in certe isole lontane avrete a volte l’impressione che le cose si svolgono un po` troppo lentamente … ma non è anche questo il vero paradiso?

6. Video, macchine fotografiche (apparecchi elettronici)
I consigli dell’autore (che è anche fotografo):
Innanzitutto, prima di accendere i vostri apparecchi elettronici, aprite le custodie per far si che l’umidità evapori completamente (mi è capitato di aspettare 2 ore prima che i miei apparecchi funzionassero correttamente alla temperatura ambiente ! ! !). Portate una spina multipla (o compratela sul luogo) per ricaricare i numerosi apparecchi elettronici, visto che nelle pensioni spesso avrete a disposizione una solo presa elettrica in tutto il bungalow.

7. Telefoni cellulari: la libertà facile
Certo che l’abbonamento temporaneo venduto da VINI (il solo operatore GSM della Polinesia Francese) è piuttosto caro e il telefono cellulare fa un po` sbruffone durante le vacanze tropicali, ma è talmente pratico poter chiamare un taxi, un battello, prenotare un’attività, prenotare o cambiare gli orari dei voli su Air Tahiti, in breve… libertà ! ! !

8. Conchiglie vuote o no?
Ed ecco un metodo infallibile per sapere se le belle conchiglie che avete raccolto sulla spiaggia sono abitate: La sera per essere sicuri che siano vuote, posatele per terra una di fianco all’altra formando una linea diritta… la mattina dopo, alcune saranno scomparse da sole, altre si saranno spostate di qualche decina di centimetri… eppure non ci sono terremoti a Tahiti!

9. Abbronzatura: del monoi e ancora del monoi!
State MOLTO attenti al sole, soprattutto i primi giorni e soprattutto se siete su un motu o in un atollo delle Tuamotu! In Polinesia il cielo è spesso carico di nuvole che danno l’impressione di proteggere dal sole… ma non è vero ! Ed è lo stesso per l’abbronzatura sotto le palme che non danno in realtà nessuna protezione… Fate come le vahine, portate dei pareo e spalmate tutto il corpo con una crema o dell’olio di Monoi che ha un buon profumo e inoltre protegge la vostra pelle.

10. Dove sono le spiagge più belle?
Impossibile di citarle tutte talmente rivaleggiano in bellezza. La più grande sorpresa è che, al di fuori di quelle di Tahiti e Moorea, le spiagge sono generalmente deserte… Cosa normale con solamente 7000 abitanti per isola per le più popolate… Le più belle spiagge sono situate a:

Bora Bora dappertutto – isola e motu
Tahaa sui motu a nord
Huahine costa sud e motu est
Moorea costa nord e ovest
Tetiaroa dappertutto
Maupiti dappertutto sui numerosi motu
Arcipelago delle Tuamotu e i suoi atolli dalla sabbia rosa, dappertutto
Raivavae (arcipelago australe) con i suoi motu dimenticati
Tubuai (arcipelago australe) e la sua magnifica laguna
Un segreto?… la più bella spiaggia resterà sempre quella che avrete trovato per caso dietro un promontorio o un piccolo isolotto roccioso e che vi aspettava da sempre!

11. Le lucertole
Ce ne sono molte nelle isole ma sono totalmente inoffensive. L’unico modo per evitarle totalmente è di soggiornare in un bungalow su palafitte al di sopra della laguna o su una barca. Se no un modo per respingerle è di spruzzare dell’insetticida sul luogo del lor passaggio, non è infallibile ma non ritornano per almeno qualche ora. Attenzione anche agli scorpioni, piccoli e inoffensivi… ma che possono comunque pungere per difendersi!

12. Pesce crudo eccezionale

Il pesce fresco è di una qualità eccezionale in Polinesia. Approfittate dei piatti di pesce crudo che sono proposti in tutti i ristoranti a tutte le ore : alla moda locale il “poisson cru”, pesce crudo alla tahitiana marinato con delle verdure nel succo di limone e nel latte di cocco, oppure il sashimi alla giapponese. Se lo preferite cotto non dimenticate di assaggiare il tradizionale Mahi Mahi alla vaniglia o al cocco, o il pesce luna (saumon des dieux) assolutamente favolosi!

Manureva - Social Bookmark - Share us!
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail
MANUREVA - Via Monte Grappa, 2 - 00018 Palombara Sabina (RM) - Tel: 0774 634264 - Cell: 333 11 17 719 - E-mail: polinesia@manureva.it