situate a circa 193 km a nord ovest di Tahiti, sono due isole circondate dalla stessa barriera corallina. Raiatea, conosciuta anche come “l’isola sacra”, è forse la più venerata in tutto il Pacifico meridionale. Storicamente, i re delle isole vicine erano soliti riunirsi a Marae Taputapuatea per importanti cerimonie e trattative. Rievocazioni di queste cerimonie si svolgono nei tradizionali marae e permettono ai visitatori di scoprire la cultura tahitiana. A Raiatea è presente l’unico fiume navigabile delle isole, il Fa’aroa, e molte escursioni permettono di esplorare le sue acque turchesi a bordo di una tipica canoa polinesiana. Gli appassionati di yacht e vela si riuniscono a Raiatea, base nautica di Tahiti e sede di società charter come Moorings e Stardust Marine. Marinai esperti e principianti possono sperimentare l’emozione di andare in vela alle Isole Leeward. Le brezze del Pacifico e le tranquille lagune offrono condizioni ideali tutto l’anno per la vela e la pesca d’altura. Sulle pendici del monte Temehani, i visitatori possono scoprire il Tiare Apetahi, un fiore raro che si trova solo su questa particolare montagna di Raiatea e che i botanici hanno invano cercato di far crescere altrove. La leggenda narra che una bella ragazza di Tahiti si innamorò del figlio di un re locale. Morì di crepacuore perché non avrebbe mai potuto sposarlo. I cinque delicati petali del fiore rappresentano la sua mano. Coloro che salgono sulla montagna al mattino presto vedranno il Tiare Apetahi aprirsi all’alba, con un leggero crepitio, il suono del suo cuore spezzato. Per saperne di più

Raiatea e Taha’a

Soprannominata “il Giardino dell’Eden “, si trova a 177 km a nord ovest di Tahiti ed è rapidamente raggiungibile con Air Tahiti, il vettore che collega le isole dell’arcipelago. Composta da due isole unite da un ponte, la magia di Huahine può essere immediatamente percepita all’arrivo con il caloroso benvenuto degli abitanti, sempre pronti a fare del proprio meglio per far sentire a casa tutti i visitatori. Non è un caso infatti che la città principale sia Maeva, parola che in tahitiano significa appunto “benvenuto!”. Una strada di 32 km si snoda attraverso l’isola, passando per piccoli borghi e salendo fino alla cima delle colline che offrono una vista spettacolare sulle spiagge di sabbia bianca e sulle brillanti lagune turchesi. I marae (templi tahitiani) restaurati e le secolari trappole per pesci pietra riflettono l’antica cultura dell’isola e degli orgogliosi discendenti che ancora risiedono in questo magnifico paradiso. Huahine è un’isola agricola, nota per l’abbondanza di angurie e meloni. Le piantagioni di vaniglia, caffè e taro sono molto diffuse, così come quelle del frutto dell’albero del pane, del mango, della banana, della papaia e dei fiori. I più grandi campioni internazionali di surf amano le onde di Avamoa Pass e la più grande gara di canoa polinesiana del mondo, l’ Hawaiki Nui Va’a, si svolge qui ogni anno a ottobre. Huahine è scarsamente popolata e per i visitatori è facile innamorarsi dello scenario incontaminato e del ritmo rilassato di quest’isola.

Huahine

“l’isola magica”, ha ispirato numerosi artisti come James Michener, autore del libro Bali Hai, e ha ospitato i set cinematografici di molti film, tra cui Gli ammutinati del Bounty e Love Affair. Anche se la sua distanza da Tahiti è di soli 17 km, appare come un mondo così lontano. Per apprezzare appieno l’aspetto impressionante di questa isola a forma di cuore, il Belvedere di Toatea offre una vista mozzafiato sulle baie gemelle di Moorea, Cook e Opunohu. I visitatori provenienti dall’isola di Tahiti possono raggiungere Moorea in soli 30 minuti di catamarano per una gita di una giornata. Per molti, non bastano un paio di giorni per esplorare i tesori di quest’isola. Moorea presenta abbondanti raccolti di ananas, che possono essere scorti sulle sue pendici. Una delle attività più popolari dell’isola è la visita alle distillerie locali dove è possibile degustare liquori esotici a base di ananas, mango, noce di cocco, vaniglia e altri prodotti tipici.

Moorea

Tahiti è un paradiso insulare composto da 118 isole e atolli. Conosciuta come “la regina del Pacifico”, Tahiti è l’isola più grande e più popolata, nonchè il punto di partenza per tutti i viaggiatori internazionali che atterrano al Faa’a Airport della capitale Papeete, accolti da un cordiale benvenuto con profumati fiori di tiare e musica tahitiana. Tahiti è un’isola a forma di “otto” divisa in una parte più grande, conosciuta come Tahiti Nui (“Grande Tahiti”) e una penisola più piccola chiamata Tahiti Iti (“Piccola Tahiti”). Con lussureggianti cime verdi che oltrepassano i 2.225 metri di altitudine, il suo scenario conquista per la sua imponenza. Cascate e piscine ondeggiano al suo interno offrendo un forte contrasto con le spiagge di sabbia bianca e nera e le lagune turchesi sul perimetro dell’isola, circa 112 km tutti da scoprire. Per conoscere meglio questi luoghi ricchi di fascino, da non perdere una visita al Museo delle Isole di Tahiti, il Museo Paul Gauguin, i Giardini Botanici Harrison W. Smith e il Marae Arahurahu, un antico tempio all’aperto, ma anche Le Marché, il mercato comunale coperto nel centro della città che presenta una fornitura abbondante di frutti tropicali, verdure e pesce fresco della laguna al primo piano e, al secondo, arte, artigianato locale e la più grande selezione di parei colorati (sarongs) al mondo.

Tahiti